medjugorje
email youtube twitter flickr facebook
Domenica 22 Luglio 2018
16:21:24
GRUPPI
DI PREGHIERA
cartina




Innamorati dell'Immacolata
Il gruppo Innamorati dell'Immacolata nasce da un pellegrinaggio a Medugorje che Antonio Sciuscio fece con un gruppo del Salento per il festival dei giovani 2004, invitato dalla sua ragazza, Elsa Caroppo. L’esperienza meravigliosa della gioia e della preghiera si rinnovò con un secondo pellegrinaggio privato l’anno successivo per il ventiquattresimo anniversario delle apparizioni: 25 giugno 2005. Furono queste due prime stupende e forti esperienze di fede a gettare le fondamenta per gli eventi decisivi che segneranno l’inizio del gruppo di preghiera. 

In quell’anno, infatti, proprio il 29 giugno giungeva a Scorrano il cappuccino fra Giuseppe Maria Antonino, di 33 anni, inviato dal Ministro Provinciale dei Cappuccini di Puglia, fra Diego Pedone, per fare parte della fraternità dei cappuccini di Scorrano come cappellano dell’ospedale locale. Antonio Sciuscio e padre Giuseppe si conobbero e tra loro si stabilì una comunione fraterna e di direzione spirituale tale che da essa e da una riscoperta affinità spirituale nacque l’idea di un gruppo di preghiera ispirato e guidato dagli insegnamenti della Regina della Pace.

Quando tale idea affiorò nel cuore di Antonio il terzo pellegrinaggio a Medugorje fu decisivo: il giovane sentì il desiderio di recarsi in quella terra baciata dalla grazia da solo per fare un’esperienza di deserto e di incontro con Dio “da solo a solo”. In quei giorni padre Giuseppe si reca a San Giovanni Rotondo per tre giorni e si mette in preghiera perché Dio permetta di comprendere la sua divina volontà. In quell’occasione Antonio ebbe la grazia di incontrare la veggente Vicka per ben due volte e di trattenersi con lei in colloquio privato per alcune ore, chiedendo a lei se, a suo parere, questo progetto fosse voluto da Dio o meno. Vicka, sempre sorridente di un sorriso che trasmette la gioia di chi ha Dio nel cuore, disse che avrebbe pregato la Madonna durante l’apparizione serale. Il 27 febbraio 2006 infatti, festa di san Gabriele dell’Addolorata, compatrono dei giovani cattolici la veggente, durante l’apparizione pregò per questa intenzione e la Vergine benedisse gli oggetti sacri che Antonio aveva acquistato tra cui diverse corone del santo Rosario e una statuetta della Regina Pacis, oggi per noi un segno significativo. Il colloquio del giorno dopo fu pieno di entusiasmo perché Vicka confessò che alle sue domande circa il gruppo che sarebbe nato la Madonna non rispose, ma il suo viso era radioso di gioia. La Vergine così sigillava con il suo sorriso di amore e compiacenza l’intenzione di farla contenta permettendoci, con la preghiera, di aiutarla ad attirare al Cuore di Gesù altre anime del nostro paese bisognose di lei come noi.

L’idea era ormai nata, ma ora la Provvidenza doveva aprire le porte perché si potesse mettere in pratica l’ispirazione. E, dato che quando l’opera è voluta da Dio, anche se ostacolata e mal giudicata, si compie, fu proprio per disposizione divina che il parroco don Gino della nostra parrocchia della Trasfigurazione ci accolse con tanta carità perché pregassimo il santo Rosario meditato in parrocchia il mercoledì. Il primo incontro cadde il mercoledì 15 marzo 2006; la gente del posto aderì subito con gioia all’iniziativa e si unì alla preghiera in gran numero. La preghiera del mercoledì però fu, dopo poche settimane, supportata da un incontro settimanale di preghiera più intenso, nella casa di Antonio Sciuscio, ogni sabato. 

Incontri di preghiera 
Attualmente il gruppo si riunisce ancora il sabato in un ex-garage trasformato in una “stanza di preghiera”, benedetta nel marzo 2007 per incontri che il gruppo tiene in forma privata, pregando tutti i sabati i misteri gaudiosi, dolorosi e gloriosi, pregando la Via Crucis il primo venerdì sera di ogni mese, il santo Rosario in attesa del messaggio del 25 del mese alle ore 20.00 e le 20 corone del rosario continuate ogni terza domenica del mese. Non sono mancate inoltre le catechesi finalizzate a riscoprire la sapienza che viene dalla meditazione della Sacra Scrittura e l’importanza del Magistero della Chiesa per poter comprendere le nostre realtà di fede.
Il numero degli aderenti, specialmente alla preghiera del sabato, è andato aumentando di volta in volta, anche grazie ai pellegrinaggi annuali a Medugorje che hanno fatto scoprire a coloro che sono venuti la grazia di questo tempo, tempo di Misericordia, tempo di speciale incontro con Dio, di preghiera e di conversione, in poche parole, tempo di Maria e del trionfo del suo Cuore Immacolato.

Programma del gruppo
Il gruppo si propone di:
- consolare i sacri Cuori di Gesù e di Maria riparando alle nostre offese e alle offese del mondo intero che si commettono contro Dio e il prossimo con quello spirito di riparazione che la Vergine ha insegnato anche a Fatima;
- riscoprire la potenza della preghiera semplice e favorirne la diffusione, su modello di san Pio da Pietrelcina; la preghiera semplice, infatti, come la Vergine ha affermato più volte nei suoi messaggi, può cambiare il corso della storia universale, familiare e personale, può fare miracoli, può ottenere da Dio il sospirato dono della pace;
- imparare a vivere nel quotidiano la consacrazione alla Vergine Immacolata secondo gli insegnamenti di san Luigi Maria Grignon de Montfort e di san Massimiliano Maria Kolbe, per rispondere più pienamente all’evangelico appello alla conversione e coltivare le cristiane virtù, specialmente quella della purezza, dell’umiltà e della carità, particolarmente amate da Maria Santissima.
 


Scorrano (Lecce)

Cell. 388 7661710 (Antonio Sciuscio)

innamoratidellimmacolata@live.it
ci trovi anche su:    





«La presenza di Maria» - Registrazione del Tribunale di Monza n. 2009 del 9/12/2010
Copyright GFB - p.iva 00808490965 - REA 1069408 - Capitale Sociale Euro 26.000,00 (interamente versato)